LE NOSTRE ACQUE

Informazioni sulle Acque Ipertermali del Castiglione

1

Ipertermali

Provenienti da tre sorgenti diverse, le acque del Castiglione si classificano come ipertermali a causa delle temperature elevate (50°C, 63°C e 70°C), che assicurano massimo beneficio terapeutico.

2

Iperminerali

Le acque del Parco Castiglione sono salino-alcaline e straordinariamente ricche di sali minerali, con una concentrazione che varia da circa 2,5 a oltre 30 grammi per litro. Per questo motivo si classificano come acque iperminerali.

3

Rigeneranti

Grazie alla loro composizione chimica le acque ipertermali del parco favoriscono la rigenerazione cellulare, contrastando l'invecchiamento e rendendo l'epidermide più compatta. Fornendo ossigeno alle cellule, ne stimolano naturalmente il turnover.

CASTIGLIONE

Il Parco

Il Parco Termale del Castiglione è un luogo ricco di passato e armonia, che vi invita a immergervi nella tranquillità e nella bellezza di una delle zone più belle di Ischia. Qui ogni dettaglio è pensato per rigenerare mente e corpo.

Armonia Naturale

Armonia Naturale

La struttura offre un’esperienza rigenerante per mente e corpo grazie alle meraviglie naturali che la circondano. Scegliendo di mettere il profondo rispetto per l'ambiente al primo posto, le varie costruzioni sono perfettamente integrate e nascoste nel meraviglioso verde circostante. Ecco come questo parco diventa una vera e propria oasi primordiale.
   

Rifugio d’Amore

Rifugio d’Amore

Il diplomatico Eberhard von Stohrer e sua moglie Maria Ursula viaggiavano spesso nel Mediterraneo, tanto che scelsero di costruire una dimora estiva sull'isola. Dopo la guerra, la coppia si stabilì a Ischia e, alla morte del marito, nel 1953, Maria Ursula si dedicò alla gestione della proprietà, trasformandola negli anni Settanta nel parco che conosciamo.
   

Sorgenti Antiche

Sorgenti Antiche

La sorgente del Castiglione, celebrata fin dall'antichità, era stata decantata da importanti figure storiche come Plinio il Giovane e Strabone per le sue eccezionali proprietà. Anche Giulio Iasolino, nel suo famoso trattato "De rimedi naturali", ne aveva lodato i benefici, confermandone il prestigio e il valore terapeutico.