LE NOSTRE ACQUE

Identikit delle Acque Ipertermali del Negombo

1

Temperatura

Le acque sono definite ipertermali poiché raggiungono temperature superiori a 40°C, e sono naturalmente più ricche di minerali benefici rispetto alle classiche acque termali.

2

Rassodanti

L’effetto tonificante delle acque ipertermali del Negombo è quasi immediato, ed è segnalato dalla leggera spossatezza che si avverte dopo la balneazione.

3

Salso-alcaline

Le acque ipertermali del Negombo sono salso-alcaline, cioè ricche di cloruro di sodio, e dunque favoriscono il drenaggio dei liquidi.

NEGOMBO

Il Parco

Il Parco Termale del Negombo rappresenta un esempio paradigmatico di integrazione tra botanica esotica, risorse geotermiche e valorizzazione artistica. L’interazione tra queste anime diverse è il segreto dietro l’unicità dell’esperienza Negombo.

Giardini Lussureggianti

Giardini Lussureggianti

Il parco termale del Negombo è situato nella Baia di San Montano, una profonda insenatura incastonata tra il Monte Vico e il promontorio di Zaro. In questa zona, tra le più suggestive di Ischia e tra le più ricche di pozzi termali, si è sviluppata una ricca cultura della balneazione sin dai primi decenni del XX secolo. L’attuale giardino del Negombo è il frutto di un lungo lavoro di sviluppo iniziato nel 1947, che continua ancora oggi.
   

Intorno al Mondo

Intorno al Mondo

Il progetto Negombo possiede fin dalle sue origini una natura cosmopolita. Fu fondato dal duca Luigi Silvestro Camerini, un imprenditore e antifascista veneto, che inizialmente intendeva creare un giardino botanico. A tal fine, vi introdusse numerose piante esotiche e assegnò al progetto un nome proveniente dallo Sri Lanka, ispirato dai suoi numerosi viaggi.
   

Arte e Salute

Arte e Salute

Nel parco del Negombo ci sono spettacolari cascate e nuove esperienze termali, che vanno ben oltre le semplici piscine, con installazioni come il Labirinto, Maya, Templare, Onphalos e Nesti. Inoltre, il paesaggio è arricchito da un percorso artistico, che include numerose opere di arte contemporanea, tra cui spicca il grande arco in ceramica di Arnaldo Pomodoro, "Arc-en-ciel".